Il fondamento tragico della politica

24,00

Autore: Claudio Bazzocchi
ISBN: 9788881036240
Misure: 15X21 cm
Pagine: 328
Pubblicato: Marzo 2009
SCONTO DEL 15% al momento dell’acquisto

Descrizione

L’autore propone una teoria della politica che, pur partendo da un’antropologia negativa, sia in grado di pensare l’“emancipazione dei subalterni” grazie a un realismo di massa e a un fecondo intreccio tra storicismo ed esistenzialismo. Il socialismo del futuro sarà allora in grado di affermare nuovamente, contro l’idea borghese di politica e di Stato, la coincidenza tra la politica e la vita. Per legittimare l’affermazione della radicalità esistenziale della politica, l’autore media l’antropologia di Ernesto de Martino con un filo rosso, i cui nodi individua, nella tradizione umanistica italiana, in Machiavelli, Leopardi e Gramsci. È inoltre indagato il nesso d’opposizione tra l’«impolitica» di Georges Bataille e l’«ultrapolitica» di Hermann Heller. Tale confronto mostra come la coincidenza tra vita e politica debba essere assunta in tutto il rigore della sua identità e compenetrazione, come avviene nella “teoria della sovranità” di Heller. Da ultimo viene analizzato il pensiero di Castoriadis. La sua integrazione dell’affetto nel politico, la valorizzazione del conflitto permanente tra potere istituito e potere istituente, sono l’occasione per la critica di quella scissione tra desiderio e istituzioni, che ha connotato buona parte della cultura francese dell’impolitico nell’ultimo quarantennio.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Dimensioni 21 x 15 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il fondamento tragico della politica”

Ti potrebbe interessare…