La Ginestra

 

 

 

Friedrich Nietzsche filosofo morale

Titolo: Friedrich Nietzsche filosofo morale
Autore: Georg Simmel
Curatore: Ferruccio Andolfi
ISBN: 9788881035526
Misure: 12X18 cm
Pagine: 128
Illustrazioni: No
Pubblicato: Febbraio 2008
Prezzo di copertina: € 10,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,50

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

Simmel si è confrontato a più riprese con Nietzsche sviluppando un’originale interpretazione della sua dottrina morale e attingendo da essa elementi per la costruzione della propria etica, contrassegnata dal tema della «legge individuale». Il lettore può trovare qui raccolti Friedrich Nietzsche. Un profilo filosofico-morale, la discussione de Il culto di Nietzsche di Ferdinand Tönnies, il breve brillante saggio di presentazione delle categorie centrali dell’etica nietzschiana Per comprendere Nietzsche, i saggi dedicati al confronto del pensatore con Kant e Schopenhauer, e uno dei capitoli finali di Schopenhauer e Nietzsche. Un presupposto costante di queste indagini è che una dottrina filosofica non debba essere valutata per la capacità di rendere conto scientificamente dei dati di realtà bensì per quella di esprimere in modo tipico una determinata personalità in una serie significativa di pensieri. La posizione di Nietzsche viene definita «personalismo etico» e distinta da ogni forma di egoismo o eudemonismo. Nietzsche può mostrarsi indifferente alle questioni sociali ed essere tuttavia colmo d’interesse per il genere umano. In questo senso egli rappresenterebbe una particolare forma di evoluzionismo che non connette l’elevazione dell’umanità a una sua uniforme marcia in avanti bensì alle qualità dei suoi individui eccellenti. Tuttavia proprio la divaricazione dell’interesse umano da quello sociale costituisce agli occhi di Simmel il dramma di cui Nietzsche non è cosciente.


Società e solitudine

Titolo: Società e solitudine
Autore: Ralph Waldo Emerson
Curatrice: Nadia Urbinati
ISBN: 9788881035533
Misure: 12X18 cm
Pagine: 144
Illustrazioni: No
Pubblicato: Febbraio 2008
Prezzo di copertina: € 10,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,50

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

I saggi qui raccolti – Società e solitudine , Amicizia, Doni, La superanima, Vita e letteratura nel New England, Carattere – permettono di cogliere il delicato equilibrio che Emerson stabilisce tra istanze sociali e fiducia in se stessi . Lo spirito moderno sta dal lato dell’individuo, che riassume in sé il mondo. Tuttavia, volgendosi a guardare le grandi utopie di prosperità sociale della generazione precedente, Emerson mostra benevolenza verso quei progetti generosi, mettendo solo in guardia da eccessi comunitari. L’uomo di «carattere» mira all’autosufficienza, eppure su questo fondamento si apre la possibilità di una gioiosa interazione con le persone e di autentici rapporti amicali. Ciò che si dona è qui il proprio stesso essere, l’unico dono che non umilia il beneficato. Le personalità geniali avvertono un bisogno di isolamento, ma questo, da solo, può attestare una certa incapacità di vivere rapporti di vicinanza. Per non perdere la simpatia un uomo quindi deve essere «avvolto dalla società», pur dovendosi guardare dalla volgarità di conversazioni inconsistenti in cui non metta in gioco se stesso. Lo sfondo metafisico di questi precetti di saggezza è l’idea neoplatonica di una «superanima» in cui l’essere particolare di ogni uomo è contenuto e reso tutt’uno con gli altri.


Individualmente insieme

Titolo: Individualmente insieme
Autore: Zygmunt Bauman
Curatrice: Carmen Leccardi
ISBN: 9788881035564
Misure: 12X18 cm
Pagine: 144
Illustrazioni: No
Pubblicato: Marzo 2008
Prezzo di copertina: € 10,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,50

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

Il libro, che raccoglie alcuni saggi brevi dell’autore di Modernità liquida e La società sotto assedio, esprime un pensiero politicamente impegnato che guarda in modo critico al presente e al futuro della società globalizzata, e ai destini di uomini e donne al suo interno. Il tema è il processo di individualizzazione che caratterizza il nostro tempo. Sulle spalle degli individui ricade l’onere di identificare le soluzioni più opportune per problemi sociali in realtà irresolubili sul piano individuale – legati alle forme del lavoro , sempre più precarie; a relazioni interindividuali strutturate in modo crescente sul breve termine; al rapporto con una sfera pubblica fortemente privatizzata. Spaziando dalla sociologia agli studi culturali alla scienza politica, Bauman mette in luce, insieme alle risorse e ai limiti dell’agire contemporaneo, le dinamiche identitarie nell’epoca della precarizzazione. Attraverso uno stile di scrittura immaginifico e molto godibile, l’autore ci offre l’opportunità di riflettere su questioni oggi cruciali attraverso un’angolatura mai scontata, come la relazione tra ricerca di libertà e bisogno di sicurezza; la vita nelle città del ventunesimo secolo e la figura dello straniero; il significato di essere cittadini d’Europa. In un centinaio di pagine, Individualmente insieme espone in modo sintetico, ma accurato, gli snodi essenziali dell’ultima fase del pensiero baumaniano.


Individualismo e socialismo

Titolo: Individualismo e socialismo
Autore: Pierre Leroux Bruno Viard
Curatore: Bruno Viard
ISBN: 9788881035557
Misure: 12X18 cm
Pagine: 148
Illustrazioni: No
Pubblicato: Marzo 2008
Prezzo di copertina: € 10,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,50

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

Tutto il pensiero di Leroux si dispiega intorno all’opposizione tra il principio di libertà e il principio di associazione. L’opposizione deve essere superata per mezzo di una sintesi che egli chiama «socialismo» e definisce come «la dottrina che non sacrificherà alcuno dei termini della formula Libertà, Fraternità, Eguaglianza, Unità, ma li concilierà tutti». L’individualismo finisce per «consegnare le classi inferiori al più brutale sfruttamento». All’opposto, le politiche organiche sacrificano l’individuo alla società, dimenticando che lo scopo dell’umanità risiede nella vita di ciascun uomo. Si comprende facilmente perché Leroux risorga nel XXI secolo. Soprattutto se si aggiunge che il suo socialismo era femminista e antirazzista. Quindici anni prima di Marx, Leroux definiva la borghesia e il proletariato attraverso il loro rapporto con la proprietà degli strumenti di produzione e denunciava «lo sfruttamento dell’uomo da parte dell’uomo»; ma era altrettanto intransigente verso le violazioni delle forme democratiche del diritto e della politica. Leroux non esita a definire «religiosa» la cultura della fraternità indispensabile al mondo moderno, ma si tratta di una religione evolutiva, democratica, che rinuncia a situare la salvezza fuori del mondo.


La bellezza della persona buona

Titolo: La bellezza della persona buona
Autore: Ágnes Heller
Curatrice: Brenda Biagiotti
ISBN: 9788881036011
Misure: 12X18 cm
Pagine: 120
Illustrazioni: No
Pubblicato: Aprile 2009
Prezzo di copertina: € 10,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,50

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

I quattro saggi raccolti nel volume cercano di delineare per il lettore il profilo intellettuale e la ricchezza di riflessione di Heller. Il percorso si svela nella sua interna unità e coerenza se letto nei termini di una progressiva “scoperta dell ‘alterità” in cui il rapporto con l’altro, mediato al suo apparire dal tema dei bisogni, viene ad acquistare una connotazione sempre più specificatamente morale. Dal “bisogno” inteso come luogo del dispiegarsi dell’individualità, nella sua ricchezza, al tema della “rappresentazione” dell’altro. Vengono poste le basi per delineare di un rapporto con l’alterità all’insegna della responsabilità. E dal recupero della tesi socratica per la quale “è meglio subire un torto che commetterlo” si giunge progressivamente a quel legame fra etica ed estetica che si incarna nella bellezza della “persona buona”.


Catturati dall’amore

Titolo: Catturati dall’amore
Autore: Harry G. Frankfurt
Curatore: Gianfranco Pellegrino
ISBN: 9788881036028
Misure: 12X18 cm
Pagine: 192
Illustrazioni: No
Pubblicato: Settembre 2009
Prezzo di copertina: € 12,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 10,20

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

In questo libro uno dei maggiori filosofi viventi indaga con stile accattivante sulle circostanze in cui siamo veramente padroni di noi stessi, mostrando come si tratti di condizioni al tempo stesso difficili da determinare, ma anche cruciali per capire chi siamo, e che cosa voglia dire essere un individuo. Frankfurt considera la questione da differenti punti di vista, costruendo un quadro chiaro e illuminante della nostra individualità in quanto esseri umani. Le pagine di questo libro smontano molti luoghi comuni,presentando una visione nuova dell’individuo e del suo ruolo nella comunità. E l’amore – fra genitori e figli, tra uomo e donna o fra amici – non è affatto soltanto spontanea affezione, ma anche critica adesione a certi valori, e scelta consapevole di oggetti e soggetti d’amore. E tutto questo viene da Frankfurt inserito in una visione del tutto terrena, priva di impegni di natura metafisica e religiosa. In questo libro, una via intermedia fra ragione e sentimento, tra individualismo e sfera comunitaria, viene presentata con efficacia. Il buon senso e l’equilibrio dell’analisi filosofica nella loro veste più profonda e illuminante: questo lo stile dei saggi qui raccolti, e la loro più preziosa ricchezza.


La rivoluzione

Titolo: La Rivoluzione
Autore: Gustav Landauer
Curatore: Ferruccio Andolfi
ISBN: 9788881036431
Misure: 12X18 cm
Pagine: 152
Illustrazioni: No
Pubblicato: Dicembre 2009
Prezzo di copertina: € 10,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,50

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

Ne La rivoluzione (1907) Landauer ricostruisce un processo che attraversa i tempi moderni, aperto a esiti imprevedibili. In esso è sempre attiva la forza dell’utopia, ma i termini ‘utopia’ e ‘rivoluzione’ non si corrispondono pienamente. Se la prima rimanda al ruolo attivo dell’impossibile nel determinare realtà nuove in ogni tempo, la rivoluzione in senso proprio appartiene solo all’epoca moderna dell’individualismo. E di questo mantiene l’ambivalenza. Essa si serve di strumenti politici e quindi non è in grado, come tale, di risolvere la questione sociale. Può conseguire risultati duraturi e non essere esposta a involuzioni oppressive a condizione che abbia luogo parallelamente, nella vita sociale, una «rigenerazione», ovvero la ricostituzione di una comunità spirituale in cui si conservi il ricordo di precedenti comunità. L’appendice di questo volume contiene un discorso tenuto nel 1919 da Martin Buber, discepolo di Landauer, per commemorare l’amico trucidato a Monaco dai «corpi franchi» dopo la breve esperienza della Repubblica dei Consigli.


La crisi dell’individuo

Titolo: La crisi dell’individuo
Autore: Theodor W. Adorno
Curatore: Italo Testa
ISBN: 9788881036868
Misure: 12X18 cm
Pagine: 168
Illustrazioni: No
Pubblicato: Maggio 2010
Prezzo di copertina: € 12,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 10,20

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

Punto focale della teoria critica della società, la riflessione sull’individualità s’intreccia con l’elaborazione delle opere maggiori della scuola di Francoforte. Raccogliendo per la prima volta il corpus di scritti e frammenti sull’individuo elaborati da Theodor W. Adorno tra il 1940 e il 1954, questo volume permette di cogliere il ruolo chiave giocato dal pensatore tedesco nell’orientamento sub specie individuationis della teoria critica. Gli inediti degli anni Quaranta, in particolare, inquadrano nella prospettiva dell’individualità il problema dell’elaborazione metodologica della filosofia sociale, e consentono di riscoprire il progetto, successivamente abbandonato, di una «nuova antropologia». Gli inediti dei primi anni Cinquanta permettono quindi di apprezzare come la questione della crisi dell’individuo borghese nel mondo delle grandi organizzazioni sia rimasta per Adorno il nodo centrale per la messa a punto di una diagnosi delle patologie sociali della modernità e dei suoi dispositivi biopolitici di amministrazione della vita. Questa crisi è infine l’occasione non per la liquidazione , bensì per il ripensamento ex novo dell’ individualità sia nel suo potenziale critico sia nel suo nesso emancipativo con la categoria della solidarietà.


Monologhi

Titolo: Monologhi
Autore: Friedrich D.E. Schleiermacher
Curatore: Ferruccio Andolfi
ISBN: 9788881037513
Misure: 12X18 cm
Pagine: 128
Illustrazioni: No
Pubblicato: Febbraio 2011
Prezzo di copertina: € 12,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 10,20

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

Monologhi (1800) contengono il nucleo del pensiero etico di Schleiermacher nella forma lirica di meditazioni interiori , scandite in cinque parti («riflessione», «sondaggi», «mondo», «prospettiva», «gioventù e vecchiaia»). Insieme ai Discorsi sulla religione offrono un documento significativo dell’individualismo della cultura romantica . L’individualismo viene temperato dal presupposto che le singole manifestazioni dell’animo religioso o morale possano comporsi in un tutto armonico. In polemica con Kant ogni elemento imperativo e giuridico viene bandito dall’etica, come ogni soggezione a una legge, fino alla stupefacente dichiarazione: «non conosco più quel che gli uomini chiamano coscienza». Nelle pagine dell’opera si trova una prima formulazione di ciò che Simmel avrebbe chiamato «legge individuale».


Individualismo vecchio e nuovo

Titolo: Individualismo vecchio e nuovo
Autore: John Dewey
ISBN: 9788881037766
Misure: 12X18 cm
Pagine: 128
Illustrazioni: No
Pubblicato: Maggio 2013
Prezzo di copertina: € 12,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 10,20

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Una società più giusta e più stabile secondo Dewey si fonda su un individualismo capace di sviluppare le personalità individuali . Una distratta superficialità e il rapido cambiamento dei riferimenti simbolici sociali indotte dalla comunicazione di massa ha inibito lo sviluppo dei valori morali e sminuito la capacità dei singoli di comunicare e collaborare assieme. Questo libro fu scritto da John Dewey nel 1929, mentre incalzava la più grave crisi economica americana. La rivista d’avanguardia «The New Republic» pubblicò questi articoli, ancora profondamente attuali. Il pensiero di Dewey si adatta assai bene all’urgenza dei nostri tempi , alterna amarezza e speranza e indaga sulle opportunità da cogliere per una nuova prospettiva morale e sociale. Un nuovo individualismo, che infonda una responsabilità sociale pienamente consapevole della forza dei propri valori e della propria autonomia.


La democrazia e i suoi dilemmi

Titolo: La democrazia e i suoi dilemmi
Autore: Charles M. Taylor
Curatore: Paolo Costa
ISBN: 9788881036189
Misure: 12X18 cm
Pagine: 102
Illustrazioni: No
Pubblicato: Marzo 2014
Prezzo di copertina: € 10,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,50

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

I saggi raccolti in questo volume sono stati scritti in luoghi e momenti diversi, ma sono tutti legati a circostanze difficili per la democrazia. Il primo e il secondo nascono dal confronto con condizioni di oppressione (gli ultimi anni della dittatura di Pinochet e del regime comunista polacco), il terzo risale a qualche anno dopo ed è un tentativo di esaminare il «lato oscuro della democrazia»: l’insofferenza verso la diversità profonda. Le parole chiave della riflessione di Charles Taylor in questo libro – comunità, solidarietà, esclusione – convergono nel definire il profilo di una forma di vita sociale e di governo non conciliata: con grandi potenzialità, ma anche piena di difetti. La tesi dell’autore, uno dei più influenti filosofi politici viventi, è che proprio nell’imperfezione della democrazia debba essere ricercato il segreto della sua vitalità, che di norma sfugge sia ai cinici sia ai puristi. Se un possibile motto del libro è: «non pretendete l’impossibile dalla democrazia», a esso va affiancato un altro slogan, meno austero e castigato: «non mettete però limiti al suo futuro».


L’importanza degli individui

Titolo: L’importanza degli individui
Autore: William James
ISBN: 9788881038428
Misure: 12X18 cm
Pagine: 128
Illustrazioni: No
Pubblicato: Ottobre 2016
Prezzo di copertina: € 12,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 10,20

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

I sentimenti morali, secondo la teoria delle emozioni di William James, dipendono dallo sviluppo delle energie fisiche. La formazione del carattere richiede così una disciplina del corpo. Ma tale processo espressivo è sottoposto a tendenze imitative legate ad abiti e modelli sociali. Di qui l’esemplarità di certi individui, capaci di ispirare la condotta degli altri. L’importanza degli individui non riguarda solo i tipi eccezionali, perché noi tutti viviamo al di sotto dei nostri limiti, e abbiamo capacità che abitualmente non usiamo ma che in certe circostanze – amore, disperazione, ira, fervore – possono liberare grandi energie. Ciò alimenta il nesso reciproco tra potenziali individuali d’azione e forze collettive, perché «la comunità ristagna senza l’impulso degli individui» mentre «l’impulso si spegne senza il favore della comunità». Nei saggi qui raccolti, scritti tra il 1880 e il 1906, James identifica nella guerra la situazione in cui l’interdipendenza tra individuo e comunità scatena le forze più potenti, anche se terribili. Ponendo il problema di trovare equivalenti morali alternativi alla guerra, ma altrettanto capaci di attrarre gli esseri umani ed espanderne le forze, James disegna un programma di riforma sociale basato sulla creazione di un servizio civile obbligatorio che possa nutrire un’epica del quotidiano.