Comunità e identità

 

 

Sentirsi soci COOP a Correggio

Titolo: Sentirsi soci COOP a Correggio
Curatori: Lucio Levrini e Vittorio Baracchi
ISBN: 9788881032287
Misure: 16X23 cm
Pagine: 278
Illustrazioni: 180 fotografie e disegni in b/n
Pubblicato: Febbraio 2005
Prezzo di copertina: € 16,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 13,60

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Dal primo spaccio cooperativo del secondo ottocento al nuovo supermercato, le tappe, i momenti salienti , i protagonisti del lungo cammino percorso dalla cooperativa di consumo di Correggio, nel quadro dell’evoluzione del settore della distribuzione: una lunga storia nella quale, anche grazie ai profondi cambiamenti strutturali e organizzativi, sono stati garantiti i diritti dei consumatori, da quelli più elementari di ieri a quelli più complessi di oggi. La storia della cooperativa di consumo è anche storia di un territorio, di una comunità, su cui essa ha lasciato segni profondi nei quali è riconoscibile l ‘impegno di quanti hanno creduto, e continuano a credere, negli ideali di solidarietà, di giustizia sociale e di partecipazione, connaturati all’idea cooperativa.


Il Taro e altre storie

Titolo: Il Taro e altre storie
Autore: Ettore Guatelli
ISBN: 9788881034204
Misure: 16X23 cm
Pagine: 256
Illustrazioni: 10 fotografie in b/n
Pubblicato: Dicembre 2005
Prezzo di copertina: € 14,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 11,90

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Una raccolta di scritti inediti , che l’autore stesso aveva preparato per la stampa e affidato agli amici per una valutazione, vede oggi la luce quale testimonianza di amore per la vita, nei suoi molteplici aspetti, di un Ettore Guatelli scrittore e museografo. Un museo e una scrittura che per Guatelli devono innanzitutto “servire”, per meglio capire se stessi e gli altri , e in modo particolare quel mondo della quotidianità che difficilmente ha voce, in un continuo impeto di ricerca per non dimenticare. Da alcuni fogli volanti, stesi a mano o battuti a macchina, elaborati su pagine di quaderno, agende, diari, sono stati sapientemente scelti e filologicamente curati da Eugenio Testa e Pietro Clemente alcuni racconti per far conoscere la “visione del mondo” dell’ideatore del museo di Ozzano Taro con l’obiettivo, attraverso la sua opera di scrittura, di stimolare nuovi incontri e nuovi dialoghi, come lui in vita fece con chi accettava di condividere le sue curiosità umane, esistenziali, intellettuali. Una breve testimonianza fotografica dà voce a questo vissuto intenso, ricco di ricerca, di esperienza, di incontri e di umanità.


Fabbrico, un paese cooperativo

Titolo: Fabbrico, un paese cooperativo Storia e memoria della Cooperativa di consumo. 1885-2009
Curatore: Glauco Bertani
ISBN: 9788881036349
Misure: 16X23 cm
Pagine: 128
Illustrazioni: 24 fotografie a colori e 20 b/n
Pubblicato: Settembre 2009
Prezzo di copertina: € 13,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 11,05

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Colpisce profondamente nella storia di Fabbrico il legame forte che unisce i cittadini alla loro Cooperativa di consumo. Un legame che ha attraversato le generazioni e le epoche storiche, resistendo anche al fascismo che non osò chiudere lo spaccio cooperativo nemmeno durante gli anni più bui del ventennio. Da 125 anni la Cooperativa di consumo è un punto di riferimento costante e sicuro per il paese e per tanti soci. Ben poche attività industriali e commerciali possono vantare una così lunga storia aziendale, a Fabbrico e non solo. La Coop di Fabbrico è riuscita a trasformarsi e ad adeguarsi a una realtà in continua evoluzione grazie alla partecipazione e alla fiducia dei suoi soci, al lavoro dei suoi dipendenti, all’impegno personale e alla passione dei suoi dirigenti che l’hanno guidata da fine Ottocento fino alla fine degli anni Sessanta. Questa pubblicazione vuole attestare e trasmettere la memoria di un’esperienza tanto significativa e preziosa, e rendere omaggio a tutti coloro che hanno contribuito a realizzarla.  Dalla Presentazione del Presidente Marco Pedroni


Promemoria di un proletario cosciente

Titolo: Promemoria di un proletario cosciente
Autore: Silvano Bozzo
ISBN: 9788881035816
Misure: 16X23 cm
Pagine: 290
Illustrazioni: no
Pubblicato: Gennaio 2007
Prezzo di copertina: € 15,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 12,75

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Ricordi personali che si intrecciano con episodi della storia del Novecento, sullo sfondo di Genova operaia: l’autobiografia di Silvano Bozzo non segue una narrazione cronologica, ma racconta gli avvenimenti come la memoria li restituisce all’autore. È una sorta di ripercorso di sé nella memoria individuale e collettiva, un modo appassionato per fare i conti con sessant’anni di militanza sociale e politica. Le memorie d’infanzia nell’Italia fascista, la guerra, i bombardamenti, il “ritorno alla vita” all’indomani della Liberazione. E poi il lavoro in fabbrica, e l’appassionata vicenda politica dal sindacato al Partito comunista, fino a diventare uno dei dirigenti liguri. Un proletario “cosciente”, nel senso dell’emancipazione etica e intellettuale, ma anche per la consapevolezza di aver vissuto per anni al centro di vicende che – nella velocità del secolo breve – sarebbero presto trascorse dalla cronaca alla storia.


Fiorenzuola in cucina ieri e oggi

Titolo: Fiorenzuola in cucina ieri e oggi
Curatore: Silvano Bozzo
ISBN: 9788881034925
Misure: 16X23 cm
Pagine: 96
Illustrazioni: no
Pubblicato: Novembre 2007
Prezzo di copertina: € 11,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 9,35

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Questo libro di ricette, nato da interviste e dialoghi con signore di Fiorenzuola e della Val d’Arda – piuttosto anziane, ma giovanili, che hanno vissuto le gioie e i problemi del cucinare – costituisce un tassello significativo della storia del nostro territorio. Perché tenere viva la cultura e la memoria significa anche dedicarsi con passione alla cucina, al recupero della tradizione gastronomica. Le storie, le memorie e le documentazioni di esperienze e materiali iconografici qui raccolti e pubblicati, sono il segno antropologicamente forte di un attaccamento alle radici, alle tradizioni e all’identità di un gruppo umano e sociale che si caratterizza come una piccola comunità. Cucinare per sé o per altri, prima che la cucina cosiddetta “povera” o “popolare” diventasse una moda, dimostra saggezza e fantasia nel trasformare gli ingredienti a disposizione in prelibate preparazioni gastronomiche. Come i dolci della signora Anna, alle cui ricette il libro dedica un’ampia sezione. Inoltre, Fiorenzuola d’Arda condivide con tutta la provincia di Piacenza la tradizionale “passione” per il maiale, che si traduce nella prevalenza assoluta, sulle tavole quotidiane, delle numerose e squisite lavorazioni derivate dalla carne di quest’animale.


Le galline di Borgo Emilio e la polenta rossa

Titolo: Le galline di Borgo Emilio e la polenta rossa
Autore: Gabriele Franceschi
ISBN: 9788881035656
Misure: 16X23 cm
Pagine: 144
Illustrazioni: no
Pubblicato: Novembre 2007
Prezzo di copertina: € 15,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 12,75

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Un viaggio tra storia e geografia del territorio: la cucina reggiana tradizionale raccontata con amore e ironia, impertinenza e acutezza, ricostruzioni irriverenti della memoria e cura per la filologia dialettale. In epoca di fast food, Gabriele Franceschi protegge e valorizza quella cucina fatta di lentezza, di pazienza, di rispetto, di cibi genuini e sinceri come la terra reggiana. I cibi tradizionali, rivela l’autore, non sono quelli sempre più spesso propinati come “tipici”, in frettolosi ristoranti o in approssimativi ricettari. E apre un divertente teatrino polemico sul giusto canone culinario della tradizione reggiana. Demolendo molti luoghi comuni, come quello che vuole la nostra cucina fondata solo su grana, paste ripiene, brodi di cappone, salumeria ed erbazzone. L’autore ripercorre anche le profonde differenze tra i cibi e le bevande tipiche dei territori di montagna e di pianura, tra quelli di città e della campagna. E anche quelle fra diversi strati sociali : la cucina borghese, quella operaia e proletaria di Santa Croce, e quella sottoproletaria di Borgo Emilio, “mitico” quartiere un tempo tormentato da una fame atavica. Sfatando così il mito di una presunta “tipicità reggiana” monolitica e tutta uguale dal Cusna al Po. Un libro ironico e divertente dalla via Emilia fertile e ghiottona.


La còda dal giàt

Titolo: La còda dal giàt. Racconti popolari sanvitesi
Curatore: Renato Cieol
ISBN: 9788881033751
Misure: 16X23 cm
Pagine: 128
Illustrazioni: no
Pubblicato: Gennaio 2003
Prezzo di copertina: € 10,50
Sconto del 15% applicato al carrello € 8,92

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Il racconto popolare, la fiaba, in particolare, hanno sempre suscitato suggestione e interesse. I “motivi” dei racconti sono l’amore e la morte, la passione per avventure o peregrinazioni, le azioni oneste e disoneste, la vendetta e il perdono, il potere e la punizione, la furbizia e la dabbenaggine. Temi “universali” che – nel tempo – hanno dato vita a varie narrazioni: un tempo lasciate alla trasmissione orale, oggi raccolte e studiate anche per permettere la diffusione e, insieme, la salvaguardia di un patrimonio di tradizioni e di saggezza popolare.


Jesolo. Storia di una comunità

Titolo: Jesolo. Storia di una comunità – Dalle massaie paleovenete alla Cooperativa di Consumo
Autori: Giampaolo Rossi e Roberto Rugolotto
ISBN: 9788881037100
Misure: 16X23 cm
Pagine: 336
Illustrazioni: 38 fotografie in b/n
Pubblicato: Ottobre 2010
Prezzo di copertina: € 16,00
Sconto del 15% applicato al carrello € 13,60

Clicca qui o sull’immagine per acquistare il libro

 

 

Vi sono storie, memorie e narrazioni, documenti di esperienze, materiali iconografici che, raccolti e pubblicati, sono in grado di darci con immediatezza il segno antropologicamente forte di un attaccamento alle radici, alle tradizioni e all’identità di un gruppo umano e sociale identificato e tenuto unito, riconosciuto come “piccola comunità”. Il contenuto del volume, spaziando dalla preistoria alla contemporaneità, dà ragione dell’evoluzione del territorio e della gente di Jesolo, ma soprattutto del lavoro e delle attività che ne hanno via via conformato i caratteri geo-antropologici, umani.